Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Se accedi a un qualunque elemento estraneo a questo banner, proseguendo la navigazione su questo sito, acconsenti all'uso eventuale dei cookie. In ogni caso puoi modificare la configurazione dei cookie attraverso i menu "opzioni" e "preferenze" dal tuo Browser. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy.
il nuovo totem alla stazione ferroviaria.webÈ stato riposizionato venerdì 18 gennaio u.s. il totem della stazione ferroviaria – tre pannelli alti due metri e quaranta per 80 cm montati su una struttura metallica triangolare ancorata al pavimento – per offrire al turista, o al visitatore di passaggio, una prima guida alle bellezze artistiche e architettoniche del paese e di Vaie e Villar Focchiardo. Si tratta di un riposizionamento in quanto l’originale, collocato nell’agosto del 2010 nell’ambito del progetto “Prossima stazione. Arte e Cultura Alpina” d’intesa con alcune associazioni e amministrazioni del territorio da Bardonecchia ad Avigliana e la Regione Piemonte, versava in cattive condizioni per l’esposizione alle intemperie e agli atti di vandalismo. Dell’onere economico, organizzativo e pratico se ne è fatto carico l’Università della Terza Età, già promotrice del progetto originale. Era proprio brutto e non invitava certo a visitare i luoghi evocati, anzi. Purtroppo abbiamo dovuto fare tutto nuovo, dalla struttura metallica ai pannelli, aggiornati del minimo necessario per non andare oltre il progetto originale. Un ringraziamento particolare va a Fulvio Giaccone per la consueta professionalità con la quale ha supportato il lavoro dei volontari. Il totem segnala per Vaie la chiesa parrocchiale, il santuario di S. Pancrazio e il Museo Archeologico mentre per Villar Focchiardo, oltre alla chiesa parrocchiale, sono menzionate le Certose di Montebenedetto e Banda e la struttura di Cascina Roland. Per Sant’Antonino, un cenno a Via Torino e all’antica Farmacia, poi la frazione Cresto e la chiesa parrocchiale. Tutte le didascalia sono state preparate dall’Unitre e hanno la traduzione in inglese e francese.